venerdì 7 ottobre 2011

BRIAN JONESTOWN MASSACRE: “The Singles Collection (1992-2011)” (Release Date: 29 Agosto 2011, A-records)

# Vivamente Consigliato da DISTORSIONI

L’indaffaratissimo Anton Newcombe prende tempo, dopo aver tagliato i ponti con la madrepatria statunitense per trasferirsi nel vecchio continente a far la spola tra Reykjavik e Berlino. In terra islandese si sta prendendo cura delle sorti dei Dead Skeletons, una delle novità musicali più eccitanti che mi sia capitato di ascoltare ultimamente, mentre a Berlino gestisce sul web, un suo canale multimediale in streaming,
Dead TV Live, per il momento ancora in fase sperimentale. L’ultima uscita per i Brian Jonestown Massacre risale a più di un anno e mezzo fa con “Who Killed Sgt. Pepper?” se non contiamo “Illuminomi” il 10” con due brani dell’inizio di quest’anno. Poco male, considerata la prolificità con cui questo gruppo in altri tempi ci aveva lasciato senza respiro. E mentre il mistero sul delitto del sergente non si è ancora chiarito, il momento si fa opportuno per sfornare una raccolta riassuntiva dalla loro florida discografia.
Già ci aveva pensato “Tepid Peppermint Wonderland” del 2004, antologia retrospettiva, orfana per disputecontrattuali, di contributi dall‘album “Bravery, Repetiton and Noise”, che andava a ripescare in maniera quasi soddisfacente gli episodi più rappresentativi di questi modern hippies. A questa vanno aggiunte le compilation realizzate dal gruppo stesso e tempo addietro messe gratuitamente a disposizione sul loro sito: “The Diane Perry Tape” e “Your side of our story”. In questa nuova pubblicazione in doppio CD il criterio di selezione, come da titolo, è riservato invece alle pubblicazioni di singoli, fedelmente rimasterizzate dai vinili stessi, ma di fatto il risultato cambia di poco. Anche qui la sequenza dei brani ripercorre le varie tappe dei loro vent’ anni di attività riassunti in una quindicina di cimeli in 7 pollici, pubblicati da varie labels come Bomp!, TVT, Tee Pee Records. Dagli esordi, con una performance live di Methodrone, un paio di pezzi dal repertorio qui nella versione di un loro progetto precedente denominato Acid, varie alternate takes di alcuni dei loro classici fino al più recente Illuminomi e la B-side There’s a war going on.
A guidarci nella ricostruzione cronologica, l’accurato booklet fotografico che illustra le copertine annotate di relative infos. Nell’insieme un lavoro apprezzabile ma che nella sostanza non aggiunge molto di quanto già ci era stato dato modo di conoscere, interessante a livello di curiosità, ma viene da porsi qualche domanda sull’utilità. L’unica motivazione valida che riesco a vedere per l’acquisto di questa collection, è che questa volta porterà soldi direttamente nelle casse dell’etichetta di Newcombe stesso, la A.Records. Considerato come il personaggio sia sempre stato determinato nel ritagliarsi il suo margine di nicchia pur di rivendicare la propria visione del rock’n’roll, questo potrebbe anche considerarsi un investimento sulla sua creatività. Ben pochi personaggi si possono considerare una garanzia in questo senso e qui c’è da fidarsi ciecamente, tanto più che pare abbia annunciato un album ufficiale per il 2012. A risentirci.
Federico Porta

Brian Jonestown Massacre Distorsioni selection

Dead TV Live


Illuminomi

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget