lunedì 4 luglio 2011

PALKOSCENIKO AL NEON: “Lucas” (2011, Distruzionixluso)

“Lucas” è il quinto album per Palkosceniko al neon, band romana di crossover. Sin dall'iniziale Cuore di cane sono chiare le coordinate del disco: ritmo velocissimo, chitarre distorte e voce aspra e tirata, mescolando elementi di punk, hard e passaggi più declamati che rappati oltre al cantato tradizionale. Si tratta di un genere musicale che in linea di massima mi annoia e alla lunga mi mette persino ansia. Ovviamente è un giudizio soggettivo, immagino che molti di fronte a questo disco avranno reazioni diametralmente opposte.
Né il disco è assolutamente da stroncare, riconosco l'onestà dei musicisti, che senz'altro sentono intimamente queste forme espressive, e la buona tecnica strumentale. I testi sono legati a tematiche di protesta sociale e per questo molto diretti, anche se a scapito della musicalità. Si sente la rabbia di una realtà di periferia che non trova sbocchi se non nell'espressione artistica. Con un filo di voce è il brano più elaborato, con passaggi costruiti e arpeggiati e cambi di ritmo, Brucia di vita una cover degli storici Negazione.
Alfredo Sgarlato

Con un filo di voce
MySpace

1 commento:

luca ha detto...

si, in pratica sono i negazione, ma il problema è che son passati vent'anni...

Si è verificato un errore nel gadget