domenica 20 marzo 2011

PUNK - SHORT REVIEW – THE STEAKNIVES “Devil Inside” (White Zoo Records, 2011)

Nuova prova per The Steaknives dopo il notevole singoletto “We Can’t Stand This World” che li impose all’attenzione dei miei padiglioni auricolari. 10 perle di punk rock californian style, in particolar modo i grandi Black Flag, i primissimi Black Flag, quelli di Nervous Breakdown senza il caciarone Rollins . Pezzi corti e veloci, dove la piu’ lunga e’ l’unica cover presente nel disco, Big Take Over dei Bad Brains, 2 minuti e 45 secondi.
Si parte in attacco con Heartattack e No Time, si dribbla l’avversario con Social Game, Mess e Feel Like A Dog, lo si atterra con le fottute Stupid People, Radical Shit e Big Money, e infine si segna con Devil Inside.
Dirvi qual’è il pezzo migliore e’ molto difficile per me dato che sono tutte potenziali punk anthem. Un disco che scivola via in 20 minuti, uscito solo in vinile puramente nero e che vi fara’ sudare e sputare sangue fin da quando oserete appoggiare la puntina sul disco. Un'esordio al fulmicotone e un plauso va anche alla neonata White Zoo Records per l’ennesima bella uscita.
Marco Marcxramone Colasanti
White Zoo Records

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget