giovedì 1 dicembre 2011

YOUTH LAGOON: “The Year of Hybernation” (Uscita: 18 ottobre 2011, Fat Possum, Goodfellas)

# Consigliato da DISTORSIONI

Youth Lagoon é l’intimo progetto musicale del ventiduenne Trevor Powers da Boise, Idaho. Youth Lagoon o laguna della gioventù, e’ un luogo immaginario nel quale Trevor Powers deve far fronte agli ostacoli dei demoni personali che tormentano il suo mondo interiore e che gli impediscono di comunicare con il mondo esteriore per raggiungere il mare dell’età adulta. Trevor Powers trova nella
musica l’unico modo per esprimersi e inizia a comporre le sue prime canzoni all’ Università’ di Boise. Incoraggiato dalla madre, si mette a registrare le sue composizioni. Usa come studio di registrazione i suoi posti prediletti come la sua camera da letto, la sua cucina, il suo garage, unici posti nei quali riesce a esprimersi in piena liberta’ e a mettere ordine in quei pensieri che lo perseguitano, in questo difficile momento di passaggio all’età’ adulta. Pubblica le sue prime tracce su internet lo scorso Maggio e via un efficace passa parola
la sua musica arriva fino alle orecchie della Fat Possum Records che decide di abbracciare questo piccolo miracolo musicale, tra il lo-fi e il dream-pop, accogliendolo nella sua preziosa famiglia di artisti. Dopo qualche mese uscirà il suo primo disco:“The Year of Hybernation” forgiato sui languidi sogni e sulle delicate emozioni che fino ad ora hanno tempestato la vita di Trevor Powers. Canzoni composte per lo più’ al pianoforte che, con la sua soave voce in sottofondo, sembrano giungere da magiche e lontane lande musicali immerse nella nebbia. In questo disco si ritrovano le atmosfere dei Low, dei Galaxie 500, Sigur Ros ma anche stati d’ansia paralleli a quelli di Mark Linkous (Sparklehorse), la presenza di demoni, l’incapacità’ di comunicazione, gli amori incompresi.
Ma nel progetto Youth Lagoon c’e’ anche la speranza di arrivare a quel mare non lontano dell’età adulta al quale Trevor Powers continua ad anelare nei suoi sogni ad occhi aperti. Sarete incantanti da pezzi come July, Montana, e piacevolmente sorpresi da Afternoon, Posters. Ritornerete sulle ali della nostalgia ai vostri 17 anni con Seventeen, quando il mondo vi sembrava cosi’ assurdo ma anche cosi’ pieno di opportunità’ . Un album atmosferico e raffinato che vi farà rimpiangere il tempo passato ma che d’altra parte vi riscalderà il cuore.
Myriam Bardino

Fat Possum/Youth Lagoon



Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget