martedì 29 marzo 2011

LIVE REPORT: The Yum Yums - Mads, Roma, 12 marzo 2011

Se volevate ascoltare del buon bubblegum powerpop come non lo avevate sentito da tempo dovevate venire con me al Mads a vedere gli Yum Yums. Il quintetto norvegese piu’ frizzante di una 7Up, ormai di casa nel nostro paese, è in grado di regalarci un’oretta di allegria, che in questi giorni di sciagure e sventure varie è ben accetta. Come non farsi ammaliare dalla voce di Morten Henriksen, dalla chitarra del gemello di Joey Ramone, Andreé Dahlmann, dalla frizzante sezione ritmica con Egil Stemkens al basso e Ulf Ramone Bendiksen alla batteria: ma soprattutto da quella forza della natura che corrisponde al nome di Vibeke Saugestad alle tastiere. Li incontro prima dello show e Vibeke mi saluta sorprendendomi, chiedendomi se stasera faccio le solite foto e io annuisco con un sorriso. 
E che il party abbia inizio:  I Wanna Be The One , Too Good To Be True, I Lied. Il pubblico partecipa canta, balla ed è per me molto bello vedere un'atmosfera così. Vibeke saltella sulle tastiere come un grillo, avvicinata da Andreé con la chitarra a gambe larghe in perfetto stile Ramones. Non so come dirvelo ma dentro di me è un’esplosione di felicità, che prosegue ascoltando Your Biggest Fan, Just Another Girl, la cover dei Pointed Stick Out Of Luck, Come On Come On, Back to Rosie,  Miss You Baby, Be My Baby, Need Your Love Tonight: e per me è molto difficile rimanere fermo con la videocamera. I Wanna Be The One, Too Good To Be True, I Lied: a questo punto i miei piedi cominciano ad andare per conto loro e quindi decido di passare la videocamera a mia moglie Stefy, che ultimamente mi accompagna nelle scorribande live.  Be With Me, Girls Like That, Sugar Rush,  Let’s Rock’N’Roll, Ways To Do You In.
Riprendo la videocamera a malincuore dato che mia moglie me la riappioppa, dopo che anche lei non riesce più a stare ferma.  Crazy Over You e Punk Rock Coming Trough ci avviano al gran finale, che si presenta sotto la forma sonora di  All Kindsa Girls dei favolosi Real Kids, dove, prima di iniziare, il buon Andreé scende dal palco e con grazia comincia a prendere tutte le ragazze che trova, tra cui un’impacciata e sorpresa Stefy, per portarle a ballare sul palco. Finito il concerto me ne vado a malincuore, dato che dopo ci sarebbero state le fantastiche Hormonettes e il Twiggy Party di Luzy L, ma cerco di accontentarmi e penso già a una prossima volta che ritorneranno: e mi raccomando, stavolta non perdeteveli!

Marco 'marcxramone' Colasanti

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget