domenica 9 gennaio 2011

MOVIES: "Wild Zero" (Tetsuro Takeuchi, 2000) feat. Guitar Wolf

Questo film di Tetsuro Takeuchi è un condensato pulp trash in cui vengono amalgamati vari ingredienti, dallo zombie-movie in stile 'Troma', alla sci-fi a basso costo alla Ed Wood, accenni di road-movies, varie citazioni che omaggiano classici come 'La Moglie del Soldato', o l’omicidio sotto la doccia di 'Psycho', ma soprattutto il Rock’n’Roll dei Guitar Wolf.
Per chi come me apprezza il gruppo e quel genere di garage punk molto grezzo di cui loro da anni si fanno pionieri del Sol Levante, questo è il motivo di principale interesse verso questo film.
Il risultato è un melange cinematografico tra 'Rock’n’Roll High School/Night of the Living Death/Plan 9 from Outer Space'.
Fedele allo slogan 'Trash and Chaos' con cui la pellicola si promuove, sorvolando sulla qualità degli effetti speciali, che non sono certo un elemento fondamentale di valutazione per questo genere, l’intento di questo cult del trash è più quello di divertire che di spaventare, ma soprattutto un’occasione per ribadire LONG LIVE ROCK’N’ROOOLL!!!
Ace il giovane rocker protagonista della storia si ritroverà più volte di fronte a conflittualità etiche, morali anche se in circostanze per niente convenzionali, e più volte gli verranno richieste prove di coraggio non solo fisiche. Ed è proprio il rock’n’roll a cui lui tiene fede, nelle vesti di Guitar Wolf ad apparirgli come una guida spirituale, e ad indicargli la via.
Non è la prima volta che la band si ritrova su una pellicola a lunga durata, già era successo con The Sore Losers di John Michael McCarthy dove guarda caso sempre di zombie si trattava, ma questa volta a caccia di hippies.
Con una discografia che in più di 20 anni ha raggiunto quota dieci albums e vari singoli, tra cui la colonna sonora di questo 'Wild Zero' a cui partecipa anche Greg Cartwright di Oblivians e Reigning Sound, tours mondiali che hanno portato i loro shows esplosivi in tutto il mondo, e purtroppo un lutto in famiglia, che nel 2005 si porta via il bassista del gruppo, i Guitar Wolf si possono meritatamente considerare una leggenda vivente.
Recentemente riapparsi con un nuovo bassista, hanno ripreso la loro missione a tutti gli effetti: in particolare una data, li ha visti come una delle sorprese più gradite del GonerFest di Memphis, il festival della Goner Records che viene organizzato ogni anno proprio da quell’etichetta che 20 anni prima li scoprì e li lanciò sul mercato occidentale.
Se avete bisogno di dare una ripassatina ai dettami del Rock’n’Roll, o più semplicemente volete trascorrere un’oretta e mezza divertente senza troppe pretese intellettuali, e ancora non l’avete visto … beh, rimediate.
Federico Porta

Trailer

Guitar Wolf live in Shibuya
Jet Beer
Guitar Wolf Wild Zero
Guitar Wolf in USA
Guitar Wolf Live
Summertime Blues

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget