sabato 13 agosto 2011

ANGELO BADALAMENTI & DAVID LYNCH: “The Twin Peaks archive” (2011, Warner Bros)


Che cosa sarebbe stato "Twin Peaks" se non ci fosse stata la colonna sonora di Angelo Badalamenti? Per rispondere abbiamo bisogno di inoltrarci per un momento in una delle serie televisive più geniali e morbosamente affascinanti degli ultimi 20 anni, un incubo curato nei minimi particolari venuto fuori dalla mente divina di David Lynch in collaborazione con Mark Frost: oltre alla regia, Lynch ha seguito passo per passo anche la creazione della colonna sonora, completando un disegno perfetto fatto di sfumature complesse e tortuose trame creative insieme al mastodontico Angelo Badalamenti, eccelso architetto musicale arruolato per arricchire le già preziose fondamenta cinematografiche di Lynch. Il mondo di David Lynch è un mondo strano, fatto di cose che accadono e poi scompaiono, personaggi che prendono forma man mano per poi scambiarsi ruoli ed identità, realtà astratte che vivono di luce propria in cui niente è come sembra e tutto al contrario.
Si comincia dal famoso main theme che trascina tutta la serie, proseguendo per i vari stacchetti ambient che si susseguono durante gli episodi, i vari intermezzi come Audrey's dance, The bookhouse boys e Dance of the dream man, dove lo schioccare delle dita diventa un must da cui non si torna più indietro, un incontrollabile ritmo da cui non se ne esce più vivi. La colonna sonora di "Twin Peaks" è la gemella del film, non possono esistere oltre ad esse musica e pellicola più perfettamente incastonate tra di loro, per creare qualche cosa di morbosamente unico e irripetibile, oserei dire: storico. La realtà di Twin Peaks è fatta di due mondi: il giorno e la notte, il buio e la luce, scenari che seguono melodie e viceversa, come la stanza rossa dove il nano parla al contrario e balla o la loggia nera dove la notte i demoni del tranquillo paesino di provincia vivono in un inferno fatto di stupri, pornografia e cocaina, per poi nascondersi alle prime luci dell'alba in una buona torta di mele, o come dice l'agente Dale Cooper, ”la migliore torta di mele che abbia mai assaggiato”.

Luca Fiorucci

Twin Peaks Theme (Alternate Version)
Angelo Badalamenti & David Lynch - Twin Peaks Theme (Nostalgia version)
Audrey's Preyer (Synth Version)

Twin Peaks Archive

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget