giovedì 10 marzo 2011

PUNK - TRANSEX “The Heart Of The State” 7 inch (2011, White Zoo Records)

"Mentre fuori fa sempre piu’ freddo giu’ nello scantinato del Mads si toccano i 40 gradi appena partono quelle vecchie baldracche deiTransex. Attaccano alla grande con Fascist Dictators dei Cortinas: mentre Pierpaolo (De Iulis) allucinato urla tutta la sua rabbia, la vista del bassista Dallas mi inquieta non poco: una specie di ‘brian eno’ periodo glam però piu’ sporco e decadente, insomma PUNK. I Transex ci spaccano il culo con solo sette pezzi, alcuni nuovi che andranno a far parte di un EP in uscita sempre per la stessa etichetta dei gruppi visti il giorno prima". Ecco cosa Marco Colasanti scriveva dei romani Transex in occasione del suo LIVE REPORT - ROAD TO RUINS 11 - (Mads, Roma, 10 Dicembre 2010).


Transex: The Heart Of The State

Ed eccolo il nuovo singoletto dei Transex per la White Zoo Records, band romana il cui front-man/ sfrontato lead-vocal è Pierpaolo De Iulis, attivissimo agitatore punk che guida da sempre la più importante punk-label romana, quella Rave Up Records che dal 1999 sta ristampando solo su rigoroso vinile molte gemme sconosciute del punk e del pre-punk anni ’70 anglosassone ed americano (presto ne parleremo ampiamente su Distorsioni).

4 pezzi lascivi, malati e sporchi dentro. Punk rock sbavato di rossetto, molto '77 style e con folgoranti fulminei (ottimi!) solo chitarristici. 3 pezzi loro + una cover superiore all'originale, Fascist Dictator degli albionici Cortinas già apparsa sulla punk tribute compilation “Punk 77 07. Cops Are Gay, Gotta Go e Red Brigades che inizia con la storica telefonata che annuncia la morte di Aldo Moro. Titoli inequivocabili con la sana voglia di rompere il cazzo. Questo è quello che vogliono e lo fanno senza problemi.

Testo e foto di Marco 'Marcxramone'Colasanti

Transex

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget