mercoledì 22 dicembre 2010

SOPHIA, There Are No Goodbyes (The Flower Shop Recordings, 2009)

“Non c’è un modo di dire addio” cantava Leonard Cohen in una sua nota ed altrettanto bella canzone. Riprende il concetto, e a suo modo lo radicalizza (“Non ci sono addii”), Robin Proper-Sheppard, più noto col nome d’arte di Sophia, nella title track di questo suo ultimo lavoro.
Inizio con chitarra acustica - dal sound inconfondibile se avete dimestichezza con questo cantautore - in classici ottavi. Si apre poi il bel refrain sulle parole che compongono il titolo, uno vero slogan adatto a questo tempo di crisi (e non solo nei rapporti amorosi), quasi rassicurante, temibili essendo, come è noto, le sofferenze dell’abbandono.
In sintonia con quest’aspirazione alla solidità nelle relazioni sentimentali, la musica si muove compatta lungo tutto il cd, con atmosfere rilassanti ma, al contempo, dense di lievi inquietudini e malinconie irrefrenabili.
Perché, sembra dire l’autore, se in amore non ci sono addii definitivi, non c’è neppure la certezza dell’“ora e per sempre”. Rispetto al precedente “Technology Won’t Save Us”, che ci aveva fatto conoscere ed apprezzare questo autore, il nuovo lavoro suona nel complesso più coerente, però anche più monolitico, tanto che citare un brano piuttosto che un altro risulta esercizio persino ozioso visto che le canzoni sono comunque tutte di livello medio alto. Niente cadute di tono quindi ma, per la verità, neppure picchi memorabili.
Se si è nel mood giusto, però, queste canzoni non stancano mai, soprattutto per la finezza della costruzione e degli arrangiamenti e nonostante la vocalità dell’autore, invero non straordinaria, ma che risulta immediatamente e sorprendentemente riconoscibile fin dal primo ascolto.
Nella Special Double CD Edition anche un bonus cd con una riuscita performance live per voce, chitarra e quartetto d'archi, registrata appropriatamente il giorno di San Valentino per Radio FM4/ORF di Vienna. Se potete, procuratevi questa versione del disco.

Ruben

There Are No Goodbyes
Sophia - A Last Dance (To Sad Eyes) (Live At Café De La Danse)
Storm Clouds
Heartache
Obvious

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget