mercoledì 22 dicembre 2010

LIVE REPORT - IMPACT + CHAIN REACTION (Bari, Taverna Vecchia del Maltese 11/12/2010)


Se nel 2010 200 persone di età compresa fra 13 e 50 (e più) anni vanno a vedere due punk band italiane dei primi anni ’80, è opportuno soffermarsi e trarne alcune considerazioni. La prima è che certo punk, nel corso di 4 decenni, ha mantenuto intatta la capacità di attrarre generazioni consecutive di individui ed è ancora in grado di comunicare idee di libertà, giustizia e solidarietà. Se ‘certo punk’ (non tutto) può ancora intercettare trasversalmente nel tempo istanze di ribellione in maniera pacifica e razionale come è avvenuto a Bari lo scorso 11 Dicembre, questo ne fa una vera controcultura, non un semplice fenomeno di moda musicale.
Una seconda considerazione è che gli Italiani, non proprio un popolo rock, quando si sono messi a fare l’hardcore, una musica con tanti elementi del rock ma anche con tante, spesso volute, negazioni del rock stesso (nell’approccio agli strumenti, nelle tematiche trattate) sono riusciti a segnare indelebilmente la colonna sonora di questa ondata controculturale, come confermato anche dai tanti figli di Italiani i cui cognomi si leggono a decine nelle file dell’hardcore americano di quegli anni.
I motivi della predisposizione della stirpe italica al punk rock mi sono oscuri anche se, il fatto che un popolo totalmente non-rock trova la sua espressione artistica in una musica in parte non-rock è un ragionamento che logicamente non fa una piega. È invece molto più chiaro il perché tanti ragazzi italiani, proprio negli anni ‘80, siano confluiti nel punk ed abbiano a vario titolo creato una scena, quella dell’hardcore italiano: quella scena ha saputo con molto tempo prevedere, leggere e tradurre in musica il declino di una nazione, oggi drammaticamente evidente…
Fatta questa doverosa premessa che è necessaria a giustificare il perché di un concerto del genere, ricordo che Impact e Chain Reaction erano negli anni ’80 due bands di punta della gloriosa scena hardcore italiana, comprensiva di gruppi in grado di superare per intensità ed abilità tecniche gli stessi americani, cioè gli inventori dell’hardcore. Non stupisce che i loro dischi, con riferimento agli originali, girino su e-bay a cifre improponibili in tempo di crisi. Hanno aperto la serata i baresi Chain Reaction.
Musicalmente dotati, tanto da essere notati dalla toscana Belfagor che produsse il loro 7 pollici “Gabbie” (nella top 50 del punk italiano degli anni ‘80), non furono fortunatissimi all’epoca, anche per le evidenti difficoltà geografiche che ne limitarono la capacità di proporsi in giro; “not much is known about this band” si legge da qualche parte sul web. Riformatisi alcuni anni fa, hanno deciso di recuperare il tempo perduto e stanno suonando ripetutamente in giro anche fuori dalla Puglia. Presto è in ristampa il loro 7” con alcuni pezzi nuovi.
Power trio dalle sonorità molto americane, ricordano davvero le bands del Midwest Americano e di Washington come gli Scream. Dal vivo è puro, fiammeggiante, incontaminato hardcore americano…
Discorso simile, ma in proporzioni esponenziali, per gli Impact.
All’epoca furono una delle band di punta della scena, registrarono varie volte, compreso un grande LP dal titolo “Solo Odio” del 1984 – e registrare un LP non era da tutti all’epoca; spesso non si avevano i soldi neanche per un demo. Anche la loro attività live fu frenetica. Non arrivarono in America come Raw Power, Negazione o Indigesti, ma furono protagonisti in Italia ed in Europa. Si può affermare senza alcun dubbio che una parte del codice genetico dell’ hardcore italiano, quello preciso, veloce, disperato, porta il nome di Impact. Da alcuni anni, circa 10, si sono riformati e tengono vivo sotto la cenere, con live-act s fulminanti come quello barese, il fuoco, lo ‘spirito’ di un periodo irripetibile a cui molte generazioni ancora si ispirano. Nulla non ha funzionato in questa serata barese a partire dalla storica location – quella della Taverna Vecchia del Maltese – che ha visto sul proprio palco gente come Melt Banana, US Maple, Ex, Trumans Water, Old Time Relijun, Lapse, Sweep The Leg Johnny, Nebula e tanti, tantissimi altri…

Sheep

Impact live Bari Taverna Vecchia Maltese, 11/12/2010
Ribellione
Non c'é pace per noi

Chain Reaction live Bari, Taverna Vecchia Maltese, 11/12/2010
Rage
Rottura Totale

LoveHate80

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget