martedì 19 luglio 2011

Bari Rock Scene: B.ROCKER$: "It's only rock'n'roll but we sell it!!!"

In genere le cover-band e le tribute-band sono considerate a qualsiasi latitudine, dagli addetti ai lavori, giornalisti ed un certo tipo di appassionati rock, alla stregua della peste: musicisti senza personalità, incapaci di esprimere il benché minimo livello di originalità. In moltissimi casi corrisponde alla verità, però questo argomento, a ben guardare le cronache rock nostrane ed internazionali, si rivela piuttosto controverso: basti pensare a band importanti come REM, Thin White Rope, o i Rolling Stones dei primi quattro album – solo per citarne qualcuna - che hanno da sempre avuto un repertorio ricco di cover.
Il rifare o personalizzare le songs altrui anzi, se si ripercorrono le decadi rock si rivela una costante preziosa e caratterizzante, quasi a voler ribadire un fil rouge estetico e contenutistico che le attraversa. Anche la scena rock barese del nuovo millennio è ricca di tribute bands, che in alcuni casi svolgono l’importantissimo ruolo di conservare, salvaguardare e riproporre dal vivo una materia rock ancora viva e pulsante: altrimenti andrebbe perduta, soffocata, travolta da nuovi ed a volti fatui trend passeggeri. Tra le tribute bands storiche baresi imprescindibili ci sono THE FLOWERS (già trattati su Distorsioni), tra le nuovissime invece si stagliano i B.ROCKER$, che come The Flowers possono vantare un repertorio molto vario e frastagliato, che partendo dalla fine anni ’60 abbraccia soprattutto il rock e blues elettrico dei ’70. I B.Rocker$ si muovono in quel di Bari in un milieu di appassionati bikers, con i loro raduni, le loro 'fisse', ed una fatidica ansia di libertà che é anche rifiuto di vetuste convenzioni moralistiche, tipiche di una città che in fondo solo da pochissimo tempo si sta risollevando culturalmente da una bieca condizione di grosso 'paese', schiavizzato da logiche di commercianti di 'bottega'.
I B.Rocker$, la cui 'tana' é il Parkway Bikers Rock'n'roll Café, il miglior locale barese attualmente dove si può suonare del rock and roll ad alto volume - almeno sino a mezzanotte, senza che la polizia rompa i cabbasisi - eseguono dal vivo brani - una trentina in tutto - dei Cream, Ten Years After, C.C.Revival, G.F.Railroad, Free, Stones, Beatles, Black Sabbath, Led Zeppelin - in fondo all’articolo trovate il loro repertorio completo – e lo fanno con passione, convinzione, basta guardare i loro video you tube (realizzati da Annalisa MadLady Markoffi Visaggi) infondendo un fatidico soffio di vita a brani magnifici che altrimenti rimarrebbero relegati nelle monografie dei magazine rock specializzati cartacei ed online.
I B.Rocker$, nati da una costola de
I DITTATORI
(altra band barese non proprio politically correct ... con Tany Tiberino e Annalisa MadLady), sono guidati dall’eccellente chitarrista Alessandro Cappa, che unisce grinta e buon fraseggio a grande conoscenza della materia eseguita. La sezione ritmica, Domenico Tenerelli (basso), Nicola De Liso (batteria) é di quelle robuste, nulla a che vedere con roba come stoner rock o heavy metal: piuttosto una coppia di ragazzi che hanno assorbito alla grande la lezione ritmica di supporto creativo di acts seminali come Led Zeppelin e Free. Alla voce Francesco Luiso, buon vocalist d'esperienza (é da 20 anni che é in giro a cantare!) formatosi sul blues, soul e l'hard anni '70. Per saperne di più sulla band ho parlato con Alessandro Cappa.

Intervista ad Alessandro Cappa
Ciao Alessandro, sono passati un pò di anni da quando suonavi con Travelling Clouds, erano gli anni ’80 credo, vero? Mi rinfreschi un po’ la memoria sinteticamente, erano una costola delle punk bands baresi?
I Travelling Clouds sono nati nei locali della Giungla (storico centro punk autogestito barese '80), nel lontano '89. I 4/5 della band (e quindi tranne il sottoscritto) provenivano dalle band punk note nel circuito barese, che tu ben conosci, Chain Reaction, Last Call, Dage.

Poi cosa è successo, come sei arrivato a formare o come si sono formati i B.Rocker$?
L'amore per il blues e per la musica vera ha fatto sì che uno dei migliori cantanti del genere si incontrasse, circa 1700 volte negli ultimi 10 anni, con il sottoscritto in preda spesso ai fumi dell'alcool e nelle tarde ore notturne: di lì chiacchiere, sogni, puttanate fino a che il mio pragmatismo ha convogliato nel gruppo un bassista gay e un batterista dalle doti mirabolanti. Ci siamo giurati eterno amore e dopo 7 prove ecco il repertorio pronto di quasi 3 ore di buona Musica.


I B.Rocker$ si audefiniscono una ’70 Rock’n’roll band. Dal vostro repertorio pare che vi rifacciate decisamente più alla prima metà che alla seconda, quando esplose il punk. Vi sta a cuore reincarnarne lo spirito hard e glam forse, prima che il punk arrivasse a spazzare tutto?
Sicuramente di punk non c'è assolutamente alcuna traccia, la pertinenza, sicuramente, è quella dei suoni valvolari che ha inizio sul finire degli anni '60 e termina (me tapino) con "Phisical Graffiti" dei Led Zeppelin.

Quali sono i tuoi chitarristi di riferimento Alessandro? Nel vostro repertorio eseguite addirittura una cover dei Ten Years After del grande Alvin Lee …
Uno l'hai già nominato; il mio mito in assoluto è Jimmy Page e non solo per le doti musicali ma anche per l'ampia cultura dimostrata soprattutto in campo esoterico, medievale (senza farne business). A lui si aggiunge, ovviamente, Hendrix e Paul Kossof.

Il vostro repertorio è abbastanza eclettico, intendete rimanere una tribute-band o addentrarvi nella composizione di materiale vostro? Ritieni che anche una tribute-band possa avere peso in una scena rock cittadina come Bari?
Gli elementi della band (eccezion fatta per il sottoscritto) sono fortunatissimi musicisti, cioè: essi hanno la più grande fortuna che un uomo d'arte possa avere, vivono di musica! Hanno 2-3 progetti musicali per ognuno che garantiscono loro uno stipendio dignitoso. Tempo a disposizione non ce n'è e siamo costretti a provare assai di rado; tra l'altro l'impostazione neoclassico - romantica che mi appartiene mi impone di non progettualizzare nè machiavellizzare il futuro dei B.Rocker$; mi basta godere di quegli attimi in cui si fa musica insieme.
Nel circuito cittadino, cover band ce ne sono tante e penso che valgano gli stessi criteri di valutazione che si hanno per le band di inediti: in poche parole 'u soldat s' ved'!

Quanto sono intrecciate le vicende tue e quelle dei B.Rocker$ a quelle del Parkway Bikers Rock’n’roll Cafè del cui staff fai parte ed all’immaginario biker?
Penso che moto (possiedo una vecchia Harley Davidson), chitarre (ne ho diverse di Les Paul fra cui una '59) e bei culi (al Parkway ne bazzicano molti) siano continuamente e freneticamente intrecciate nella mia vita da sempre.

Il Parkway ora come ora è il rock club barese per eccellenza, e bisogna darvi atto di aver creato un eccellente punto di riferimento in questa città, da sempre ‘anemica’ da questo punto di vista. Di quante persone si compone lo staff ed in prospettiva intendete continuare a privilegiare un’attività live essenzialmente rock-blues o aprirvi ad altri generi?
Mentre leggo la tua domanda mi si accappona la pelle anche perchè quello che mi dici è comunque detto da una persona che ha indubbiamente una delle più spiccate sensibilità e personalità Rock'n'Roll che abbia mai conosciuto. Grazie! Il Parkway, infatti, si chiama per intero (da quando ci siamo noi) Parkway Bikers Rock'n'Roll Cafè, proprio a sottolineare la natura Rock'n'Roll (inteso come stile di vita, non solo come musica) del locale. Ci lavorano esclusivamente marci, avanzi di galera, gente che ha sofferto, a cui hanno strappato il cuore e l'hanno calpestato. Lo giuro sul bene delle mie chitarre: non ci interessa il mero guadagno ma pareggiare i costi a fronte di mega seratone da pelle d'oca come quello che tu ci hai regalato con la tua band! A testimonianza di quello che dico, c'è la storia del Parkway con le sue vetuste gestioni, che ha sempre lavoricchiato, beninteso, ma senza connotare il locale e spesso convogliando pubblico non adatto. Infine il Parkway è Rock'n'Roll, e per il suo futuro posso garantire che chiunque abbia da dire la sua artisticamente e sinceramente, potrà farlo.
Wally Boffoli

B.Rocker$ Facebook

WAR PIGS-ALL RIGHT NOW
WISHING WELL – BORN TO BE WILD
I WOKE UP THIS MORNING

Line up:
Alessandro Cappa (chitarra)
Domenico Tenerelli (basso)
Francesco Luiso (voce)
Nicola De Liso (batteria)

Repertorio/Scaletta
• Led Zeppelin: Immigrant Song - While Lotta Love - Good Times Bad Times
* The Who: Pinball Wizard - Summertime Blues
* The Beatles: Daytripper - Come Together - Helter Skelter - While my guitar gentle Weeps
* Black Sabbath: War Pigs
* Deep Purple: Hush - Never Before
* Ten years After: I Woke Up This Morning
* Cream: Sunshine of your love - White room
* Bennato: Il rock di capitan Uncino
* Balletto di Bronzo: Un posto
* Steppenwolf: Born To Be Wild
* Rolling Stones: Honky Tonk Woman
* Otis Redding: Hard to handle
* Grand Funk railroad: I'm your captain
* Creedence Clearwater Revival: Long as a can see the light - Travelling band
* Steve Miller Band: The joker
* The Free: Ride on a Pony - Wishing Well - All right now - Fire and Water

7 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao, sono Franesco Luiso!!!
(voce dei B.ROCKER$)
volevo puntualizzare e precisare delle notizie non corrette espresse sul mio conto in questo articolo!!!
primo: quelli che ti hanno detto che provengo dall'heavy metal erano evidentemente persone che non mi conoscono!
il mio retaggio musicale é sempre stato principalmente il blues il soul e l'hard rock anni '70!!!
il metal é stata una piccolissima parte della mia attività canora, più che ventennale!!!
e si perché, punto secondo:
a dispetto dell'affermazione "é giovane..." ecc ecc...
sono il più anziano della band, ho 40 anni e oltre la metà di questi passata in giro a far concerti!!!
lungi da me dare tono polemico a questo mio intervento!!!
ci tenevo solo a precisare!!!
grazie, FRA.

Pasquale ' wally ' Boffoli ha detto...

Ciao Francesco, sono Wally Boffoli: chiedo scusa, la fonte da cui ho saputo dei tuoi trascorsi h.m. é Annalisa. Lungi da me voler creare tra voi dei dissapori, ho solo riportato ciò che ho saputo. Non metto assolutamente in dubbio la tua esperienza live, ci mancherebbe, so che canti anche in altre formazioni, non credo che scrivendo 'é giovane..' sia stato riduttivo o offensivo, a 40 anni si é giovani non credi? Volevo solo dire che non si finisce mai di crescere: anch'io canto nei Flowers e suono l'armonica. Ho cantato in altre bands in passato, e personalizzare le proprie performances é un tragitto lungo. Tu, a giudicare dai video you tube che ho visto ed ascoltato, sei un buon cantante e puoi migliorare..tutto qui! Ciao, ti abbraccio

Pasquale ' wally ' Boffoli ha detto...

Comunque ho corretto ed inserito le precisazioni ed i tuoi dati biografici che mi hai fornito, a mò di piccola intervista! Spero ora il tutto sia di tuo gradimento, ciao
wally

Anonimo ha detto...

allora...
mazzat ad Annalisa...eheheh...scherzo ovviamente!!!
comunque si, son d'accordo su quello che mi dici riguardo l'età...
é vero non si finisce mai di crescere, di imparare e migliorare!!!
solo che siccome è quasi diventato un luogo comune su di me la questione metal, ci tengo a precisare, che non lo disprezzo, ma non é mai stato il mio genere preferito sia da fruitore che da cantante... mi son divertito nel farlo!!!
pochi sanno che il mio Idolo e punto di riferimento musicale, sopra ogni altro é Otis Redding!!!
un abbraccio e a presto!!!
ciao Pasquale!!!
FRA.

Pasquale ' wally ' Boffoli ha detto...

Francesco ti ho scritto anche in privato, ho modificato l'articolo con le tue giuste info personali, anzi ti ringrazio, adesso l'articolo é più preciso ed incisivo. Guarda mi hai toccato in uno dei miei punti deboli in assoluto: OTIS REDDING lo adoro da sempre anch'io (anch'io canto lo sai vero?), anzi vorrei farne un articolo su Distorsioni, difficile trovare un interprete così intenso, in senso assoluto. Ti dedico, visto che sei di bocca così buona, la sua JUST ONE MORE DAY !

Anonimo ha detto...

comunque ci terrei a precisare caro Wally che io ti ho parlato anche dei Black and Blues....cosa che non è stata assolutamente riportata nel tuo "articolo".....chiedo venia Francesco!

Pasquale ' wally ' Boffoli ha detto...

Francesco l'articolo é sui B.ROCKER$...non su tutte le bands in cui suonano in alternanza i loro componenti, altrimenti avrei dovuto citare anche FOLKABBESTIA etc ...per rispetto al batterista.
Quando tratteremo BLack and blues parleremo anche di loro
ciao
wally

Si è verificato un errore nel gadget