domenica 3 ottobre 2010

"LIVE REPORT" - SLOVENLY RECORDINGS: 'IL CENTESIMO DISCO' PARTY!!" - Cagliari, 2 ottobre 2010 (by Aaron Sid)


In occasione della pubblicazione del suo 100 disco, "Sick Of Love" di J.C. Satan, Pete Menchetti, boss dell'etichetta americana Slovenly Recordings, etichetta cui abbiamo dedicato uno special in agosto, ha organizzato il 2 ottobre scorso allo Sleepwalkers beat club di Guspini, in provincia di Cagliari, una serata all'insegna del garage più sfrenato che ha visto la partecipazione di bands appartenenti alla scuderia Slovenly, più qualche ospite: naturalmente era lui il d.j., insieme a Bone, Spik Jagger Agitated.
Ospitiamo con piacere Aaron Sid, un nostro Facebook amico, assiduo lettore di Music Box e naturalmente appassionato di punk-garage, che era lì: abbiamo raccolto e trascritto il suo succinto racconto della serata.

"All'inizio della serata hanno suonato the Oops, gruppo hardcore sardo, subito dopo i greci Acid Baby Jesus : hanno sfoderato un gran bel punk distorto; a tratti mi hanno ricordato i Clone Defects, peccato che abbia sentito solo i loro ultimi 5 brani a causa del mio ritardo.
Dopo è toccato ai Rippers: solita impeccabile performance rhythm'n'punk ultra veloce, forse un pò scontata per chi li ha visti in concerto più di una volta
Dopo i Rippers è toccato ai Davila 666. Portoricani, hanno inciso un lp su In The Red Records e svariati singoli per varie etichette tra cui la Slovenly.
In realtà erano solo 2 membri dei Davila 666: il cantante e il chitarrista, gli altri 4 avevano perso l'aereo a New York; comunque hanno suonato tre pezzi con il batterista e il tasterista passato al basso degli Wau y Los Arrrghs!!! ...
Hanno suonato solo 3 pezzi perchè gli spagnoli non li conoscevano e hanno improvvisato: è stato davvero un gran peccato che non fossero al completo perchè sicuramente avvrebbero spaccato.
Dopo di loro è toccato ai già citati Wau y Los Arrrghs, spagnoli di Valencia: ho assistito a uno dei live più belli che io ricordi.
Sono riusciti a coinvolgere tutti: la gente cantava insieme alla band, pogava, una performance garage davvero selvaggia. Tra l'altro il cantante degli Anomalys (sempre presente agli eventi della Slovenly) ha suonato l'armonica con loro nel brano Piedras.
Alla fine la band spagnola ha fatto un omaggio spettacolare al grande maestro Link Wray, uno dei più grandi artisti e maestri rock mai esistiti, una Viva LINK WRAY da infarto.
Ho assistito a uno show davvero fenomenale e memorabile".

Many thanks Aaron ...

Video/Brani
Wau y los Arrrghs - It's Great
Wau Y Los Arrrghs-Carrera Especial

PhotobucketSleepwalkers
SlovenlyRecordings

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget