mercoledì 13 ottobre 2010

IGGY POP and JAMES WILLIAMSON: "Kill City" Restored Re-Mixed Remastered (Bomp, 1977 - Alive/Goodfellas, 2010)

After "Raw Power"

Dopo la pubblicazione di "Raw Power" nel 1973 e la fine rovinosa degli Stooges, Iggy Pop attraversa uno dei periodi più bui della sua vita: è demotivato dal punto di vista artistico ed esistenziale, il suo autolesionismo raggiunge punte estreme, trova rifugio solo nella vodka e nelle droghe.

"Avevo la spina dorsale a pezzi, ed il dolore era talmente forte che di notte non riuscivo a dormire. Allora assumevo altra droga: la fumavo, me la iniettavo, oppure la ingerivo e, quando arrivavo ad uno stato di stordimento totale, smettevo di soffrire. La mattina dopo però non sapevo dove mi trovavo, perché mai ero lì, e non ricordavo neanche il mio nome"

Iggy scompare anche dalla scena dei rock club di Hollywood e Los Angeles, nei quali faceva a sorpresa delle incursioni: è totalmente alla deriva; quando è ubriaco e ‘fatto’ di valium e quaalude diventa aggressivo e pericoloso, e nel 1975, dopo due anni passati per strada, senza fissa dimora a farsi del male, riesce a farsi arrestare dopo una scorribanda in una tavola calda del Sunset Boulevard.

Tra il carcere ed una cura disintossicante in una clinica sceglie la seconda, l’Istituto di neuropsichiatria mentale di Los Angeles; ce la mette tutta, vuole cambiar vita.
Così trascorre il 1975: pochissimi gli fanno visita in clinica, tra cui Ann Wehrer una vecchia amica, David Bowie e James Williamson, il chitarrista che aveva suonato con lui in Raw Power (strana la vita, recentemente dopo la morte di Ron Asheton è tornato nella band di Iggy e sta girando il mondo di nuovo con lui).
Williamson ha una band, vecchi amici anche di Iggy: tutti insieme cominciano a provare in un garage di Los Angeles; per fortuna Iggy non riesce a star lontano dal rock e divide il suo tempo tra clinica e garage.
Ha composto dei brani nuovi e sono quelli che provano: Kill City, Consolation Prizes, Lucky Monkeys, Beyond The Love, Sell Your Love oltre un paio che già gli Stooges suonavano dal vivo, Johanna e I Got Nothing. Quando son pronti passano alla fase registrazione ed è lo stesso James Williamson che produce il nastro: ma nessuna casa discografica si azzarda a lavorare con Iggy, dire che la sua fama fosse in quei mesi pessima è un eufemismo. Il potenziale album s’intitola "Beyond The Law" e Williamson alla fine disperato mette il nastro al sicuro.
Lo tirerà fuori dal cassetto due anni dopo, nel 1977, dopo che Iggy si è ‘ripulito’ e rifatto (o quasi) una verginità con Bowie: ha inciso grazie a lui "The Idiot" e "Lust For Life" che lo hanno riportato prepotentemente alla ribalta, grazie anche al ruolo ‘messianico’ di precursore che il nascente punk rock gli affibbia suo malgrado. James approfitta dell’aria ‘favorevole’ che tira e riesce a far pubblicare l’impolverato "Beyond The Law" all’indipendente Bomp Records di Greg Shaw. Sarà pubblicato col nome "Kill City".

"Kill City"

Iggy non era stato mai convinto dall’inizio della qualità di quei brani e di quelle registrazioni, motivo di frequenti dissapori con Williamson: ha cambiato completamente idea 33 anni dopo, in occasione di questa riedizione Alive Records di "Kill City" rimasterizzata, rimixata e ‘restaurata’ da James con l’engineer Ed Cherney ai Capitol Records di Hollywood.

"Amo ciò che questo album vuole dire; validi concetti e musica ben concepita. Non appartiene a nessun genere in particolare. Molti musicisti vi si sono ispirati. E’ davvero uno dei primi album indipendenti ad essere stato realizzato. Spero vi piaccia"

Sono parole di Iggy, nella press page dell’Alive Rec.
"Kill City" è sempre stato considerato l’anello di congiunzione artistico tra il periodo ‘selvaggio’ degli Stooges e gli albums ‘solisti’ di Pop, soprattutto in virtù del prevalere nei suoi brani di idee melodiche che sarebbero state poi sviluppate da "The Idiot" in poi. In effetti questa riedizione di "Kill City" ci restituisce in una nuova forma smagliante autentici piccoli capolavori compositivi firmati Pop - Williamson sui quali il tempo aveva steso il suo manto impietoso: qui Iggy per la prima volta rinuncia in parte a quell’angry-style che aveva marchiato a fuoco le tre seminali opere con gli Stooges, e si ritrova alla ricerca di moduli vocali inusitati. Sorprendente il suo approccio vocale per la prima volta ‘morbido’ e quasi sussurrato in Sell Your Love, I Got Nuthin’, No Sense Of Crime.
In Beyond The Law invece si respira una sana ‘ribellione’: Iggy è motivato ed angry, ma qualcosa è cambiato, non è lo stesso di Dirt, I Wanna Be Your Dog, Down On The Street; versatile in Consolation Prizes come mai prima.
Ma è Kill City il vero disperato, rabbioso inno negativo del disco, trafitto da una chitarra assassina, e Los Angeles ad essere impietosamente ritratta:

"Abito qui a Kill city / dove tanti detriti di cemento / si affacciano sul mare / e’ un parco di divertimenti / per chi è ricco / ma è solo una pistola carica per me. / Tutto sembra affascinante / tutto viene consentito / finché un giorno / ti ritrovi a vomitare in un cesso / piegato su te stesso / preda di un’overdose"

A risplendere in tutto il disco é una bellezza ispirativa suburbana che non lesina in chiaroscuri melodici: a partire dall’agrodolce ballata No Sense Of Crime. Sono tanti i particolari soprattutto strumentali ad essere evidenziati in questa nuova edizione rispetto la vecchia "Kill City": armonica e pianoforte ora si sentono nitidamente in Lucky Monkeys, un organo intrigante e un synth serpeggiano lungo tutto il sofisticato strumentale finale Master Charge, insieme ai sax, che imperversano sensuali anche in Johanna, Beyond The Law, Sell Your Love.
L’invito a sugellare il mio tributo a "Kill City" è: godetevi sino in fondo questo classico ‘minore’ restituito ‘restaurato’ all’immenso, frastagliato popolo del rock, non può farvi altro che bene!


Wally Boff

Fonti bibliografiche:
Rock'n'Roll Soldier, Guerra privata e pubbliche battaglie del 'soldato' Iggy Pop
(Giancarlo De Chirico, Castelvecchi, 1997)

Iggy Pop - Vocals
* James Williamson - Guitar, Vocals, Producer, Mixing
* Scott Thurston - Bass, Guitar, Harmonica, Keyboards, Sound Effects, Special Effects, Vocals, Vocals (bckgr) on "Kill City", "Night Theme", "Johanna" & "Night Theme"
* Brian Glascock - Percussion, Conga, Drums, Vocals, Vocals (bckgr), Guiro
* John Harden - Saxophone
* Hunt Sales - Drums, Vocals (bckgr) on "Lucky Monkeys" & "Master Charge"
* Tony Sales - Bass, Drums, Vocals (bckgr) on
"Lucky Monkeys" & " Master Charge"
* Steve Tranio - Bass on "Sell Your Love", "I Got Nothin'" & "Lucky Monkeys"
* Ganya - Background vocals on "Night Theme" & "Night Theme (Reprise)"

Video/brani
Kill City
Beyond The Law
Sell Your Love
I Got Nothin
No Sense Of Crime
Master Charge
Iggy&StoogesJohanna

AliveRecordsKillCity

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget