lunedì 11 ottobre 2010

BRAINKILLER: "The Infiltration" (RareNoise Rec./Lunatik, 2010)

Cercando un album che potesse mettermi sulla via pericolosa di quello snobismo musicale di cui sono sempre stata fedele avversaria, l'orecchio si è soffermato sul disco di debutto dei Brainkiller.
Volevo lasciare il mio porto sicuro, in cui il garage rock è la mia ancora più salda,
e iniziare ad esplorare mari sconosciuti. In questo senso, l'infiltrazione degli assassini cerebrali ha stuzzicato la mia curiosità. E il mio istinto non ha sbagliato.
Dietro i Brainkiller si celano tre dei compositori contemporanei più innovativi e stimati, che spaziano da orchestre di musica classica a big band di musica jazz, da cooperative dedite al free jazz ad elettronica da laptop. Insieme Brian Allen, Jacob Koller e l'argentino Hernan Hecht danno vita a “The Infiltration”, uscito per l'etichetta RareNoise Records, un album che fonde le varie esperienze musicale del trio per dare vita ad un jazz con infiltrazioni rock e classiche. La musica popolare del ventesimo secolo è la coprotagonista di questo disco: accenni dal mondo funky ed exotica si possono sentire nella track Gilberto's Fantastic Safari, in Michaelsketch viaggia quella distorsione tipica del primo album dei Nirvana, "Bleach".
O ancora, la batteria di Unfiltered sembra presa in prestito da un gruppo hard rock anni '70. Le atmosfere riescono a intercambiarsi anche l'interno dello stesso brano, costruendo la mappa di un viaggio mentale in continua fluttuazione ed evoluzione.
L'energia scaturita dal gruppo è solida e riesce perfettamente ad infiltrarsi nella mente dell'ascoltatore per tutte le undici tracks, senza suonare mai scontata. Anzi è quasi un gioco estremamente divertente ascoltare e riascoltare l'intero album cercando ogni volta l'ispirazione o la citazione dietro ogni composizione.
Nello stesso tempo è quasi incredibile come non suoni retrò: si ha invece l'idea di ascoltare un qualcosa di completamente innovativo e nuovo.
Un disco da consigliare a tutti gli appassionati di musica, che riesce ad aprire la mente a 360 gradi e dimostra come lo snobismo, in campo musicale, sia il vero nemico da sconfiggere.
Crizia Giansalvo

Video/brani
Gilberto's Fantastic Safari
Unfiltered Live


BrainkillerMySpace
RareNoiseRecords

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget