martedì 27 settembre 2011

LIVE REPORT: Giuda - The Boys, 9 settembre 2011, Circolo degli Artisti, Roma

Giuda
Aprono i Giuda, band fantastica che nasce dalle ceneri della punk band romana Taxi: i Giuda spaccano, cazzo se spaccano, credo che poche band stanno al loro passo nel panorama “underground” sia italiano e perche’ no, mondiale.Glam rock e punk rock alla nitroglicerina. Passano in rassegna tutto il loro album, lo splendido “Racey Roller”: non saprei scegliere il pezzo piu’ bello, forse la splendida Totti song dedicata al capitano della  Roma, fede calcistica dei nostri kidz. Il locale è pieno zeppo e il pubblico e’ in delirio. Alla fine vorrebbero concedere un’altro pezzo al loro pubblico ma una tipa del circolo con perfetto tempismo si affretta a smontare il tutto. Dopo uno scazzo i pezzi concessi diventano 2 con il beneplacito e ovazioni di giubilo del pubblico.





The Boys

L’ultima volta che avevo visto i Boys risale al 2009. Tutto sommato mi piacquero molto anche per la presenza del bassista Duncan 'Kid' Reid, l’unico un po’ vitale e in grado di dare una scossa alla band. E qui la sorpresa: il buon “Kid” non è piu’ nella band. Partendo con questo “piccolo” handicap i nostri Boys ci spareranno tutto il loro repertorio, T.C.P., Rue Morgue, See Ya Later, Terminal Love Weekend, Kamikaze, You Can’t Hurt A Memory, Soda Pressing. E poi I Don’t Care uno dei piu’ bei pezzi punk di sempre, Brickfield Nights e il poppy punk di First Time concludono il set. Nel bis la sorpresa. Dopo l’allegrona Cop Cars ci propinano 2 cover dedicate ai Ramones, Baby I Love You (l’originale era delle Ronettes) e Beat On The Brat per finire con l’attesissima Sick On You. La mancanza del Kid si sente e si vede ma al pubblico non importa visto che comunque si diverte molto. In conclusione un concerto al limite della sufficienza, se non altro considerando l’alto valore dei pezzi e la simpatica disponibilita’ della band.
Marco Colasanti

Foto e video di Marco Colasanti

Many thanks a Domenico Proto per la scaletta del concerto dei Boys qui a fianco


Cop Cars/Baby i love you/Beat on the Brat/Sick on you
I Don’t Care/Brickfield nights/Do the contract hustle/First time

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget