martedì 23 novembre 2010

MADE IN ITALY – Marco Ongaro: “Canzoni per adulti” (2010, Freecom)

In tempi in cui il rapporto uomo/donna sembra esaurirsi nel binomio ‘escort’ o ‘bunga bunga', ovvero nell’edulcorato da un lato e nel triviale dall’altro, è un sollievo imbattersi in chi, con musica e parole, riporta la materia in questione ai suoi termini corretti e soprattutto poetici.
E’ il caso di Marco Ongaro, cantautore veronese di lungo corso, che ha appena dato alle stampe questo “Canzoni per adulti”. Lo diciamo subito: se siete amanti di una certa canzone d’autore, questo lavoro fa per voi.
E’ un piacere sottolineare i momenti salienti del disco, a partire dall’iniziale Il Salvatore delle donne tristi, uno spoken word dedicato all’amico pittore Pioquinto (Ongaro non è nuovo a tratteggiare ritratti di amici artisti/anime affini, valga ad esempio Il Conte Max di Genova, dedicata a Max Manfredi, contenuta in "Dio è altrove” del 2002). Vivace Il sostegno delle massaie e perla di rara bellezza La donna col pugnale, un brano che ci ha catturato al primo ascolto.
Prendete nota di D. J., sigla sotto cui si cela l’archetipo maschile per eccellenza, l’eterno Don Juan (o Don Giovanni, detto all’italica maniera), che regala versi costruiti con finezza come: “E chi viene risparmiata / E’ stizzita costernata / Ma si finge sollevata / Portatrice di virtù / Mentre si ripete muta / Perché mai non m’ha voluta / Forse per l’età avanzata / Oramai non piaccio più”.
Da segnalare La scorta, dedicata a Giovanni Falcone, impreziosita da una coda strumentale in cui dialogano serrati il sax soprano di Marco Pasetto e quello baritono di Bruno Marini.
Particolarmente gustose risultano La ballata della cavalla assente (Ballad Of The Absent Mare) e Ricordi (Memories), due riletture dal canzoniere di Leonard Cohen con testo adattato dallo stesso Ongaro, più che appropriate vista la tematica del disco.
In ultima analisi, un album elegante intriso di profonda leggerezza.

Ruben

Il salvatore delle donne tristi

Marco Ongaro al Premio Tenco 2008

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget