giovedì 18 agosto 2011

SHORT REVIEWS - THE BONGOLIAN: “Bongos For Beatniks” (2011, Blowup Records)

# Consigliato da DISTORSIONI

The Bongolian è il mondo parallelo ed esclusivo nel quale Mr. Nasser Bouzida, one man band, dà libero sfogo alle sue fantasie cinematografiche b-movies '50 e ’60 ed alle più spericolate ed intriganti ipotesi di creatività futura fradicia di passato: tranci sonori-soundtracks di 3-4 minuti che materializzano i voli pindarici più arditi. Miracoli che solo la musica rende possibili: quella di “Bongos For Beatniks”, quarto capitolo della saga ‘Bongoliana’ può teletrasportare, complice la potenza del vostro immaginario, dall’Inghilterra delle minigonne di Mary Quant agli angoli più riposti e selvaggi di jungle esotiche, protagonisti di spedizioni tutt’altro che rassicuranti, da inseguimenti a rotta di collo di spie bellissime venute dal freddo a fragili zoo di cristallo di fanciulle emaciate (The Ballad Of Lily Kensington). Il bongoliano non pone limite davvero all’espansione onirica prodotta dalle sue luccicanti tastiere-synthesizers vintage e dalle sue mille percussioni assortite: ‘una fusione selvaggia di tutto ciò che è ritmico e melodico: funk, soul, latin, boogaloo e tanto altro ancora’ recitano le liner notes, ma non rendono giustizia alla debordante creatività cromatica di Nasser Bouzida, al suo standard di visionaria psichedelia exotica, tutto rigorosamente vintage. Cosa aspettate? E’ tempo di SOGNARE!
Wally Boffoli

Blowup Records

The Bongolian Give It To Me (On The Left Side)
The Bongolian Doktor Of Eastern Promise

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget