martedì 23 agosto 2011

SHORT REVIEWS - TV ON THE RADIO: “Nine types of light” (2011, 4AD/Self)

# Consigliato da DISTORSIONI

Quarto album, terzo su 4AD per TV on the radio, una tra le band più apprezzate dell'ultima decade. La carta vincente del gruppo, ovvero la fusione tra un rock sofisticato di ispirazione new wave e atmosfere soul, grazie alla voce straordinaria di Tunde Adebimpe, non è cambiata. In questo nuovo disco le melodie si fanno più morbide e i ritmi più squadrati rispetto al passato, ma non è una scelta commerciale, dato che la musica dei TV on the radio rimane molto meno televisiva rispetto a gruppi che
hanno avuto punti di partenza simili, come N.E.R.D. o The Rootz. Molto affascinanti sono i riff geometrici dei fiati, come in Second song, che apre l'album o in New cannonball run.
Tunde alterna profondità pastose e falsetto facendo pensare ad un Prince intellettuale. Lo spessore compositivo delle canzoni è molto alto, anche se le melodie non sono di quelle che si inchiodano in testa sino a diventare tormentoni.
Le chitarre e i loop elettronici di Kip Malone e David Sitek, che ha sfogato le sue voglie psichedeliche col disco a nome "Rain Machine", si intersecano senza mai prevaricarsi, è la voce a far da padrone.
I ritmi prediletti sono quelli della ballata, su tutte Killer Crane, con un banjo insinuante e una elegante partitura di archi. In Repetition e Caffeinated consciousness affiora qualcosa di hip hop, ma appena accennato, non si preoccupi chi detesta il genere. Potenziale disco dell'anno.
Alfredo Sgarlato

TV On The Radio 




1 commento:

Resto In Ascolto ha detto...

non mi è piaciuto affatto, nemmeno potenzialmente. secondo me, dal secondo disco, hanno fatto sempre peggio. ma soprattutto è questione di gusti. il loro ep d'esordio rimane per me il loro migliore.
ciao.
Gianni

Si è verificato un errore nel gadget