venerdì 27 agosto 2010

Teenage Attack rock&roll festival: 8a Edizione, 5 / 6 Agosto 2010, Pisticci - by Vincenzo Martino

Pubblico volentieri la cronaca di Vincenzo Martino dell'8a edizione di Teenage Attack, un festival rock&roll che ormai da alcuni anni un gruppo di appassionati di rock (garage in primis) organizzano in Basilicata, Pisticci per la precisione. In questo articolo leggerete probabilmente di bands che non conoscete formate da ragazzi che suonano prima di tutto con passione: chissà che presto qualcuna di loro non si faccia spazio in quel grande circo (direbbero gli Stones) che é il rock&roll; perciò prendete nota (W.B.)


Il primo festival rock’nroll della Basilicata ovvero il Teenage Attack è giunto ormai all’ottava edizione: anche quest’anno il tutto si è svolto nella suggestiva location della villa comunale di Pisticci. In questa edizione abbiamo avuto il piacere di ospitare una serie di bands locali provenienti dalla Basilicata e dalla Puglia: come sempre (o quasi) l’evento si è svolto in 2 serate; la prima denominata 'punkrock night', la seconda ‘sixties night’.
I primi a salire sul palco nella prima serata sono i pisticcesi Lepi In Prazni che tradotto significa 'teste vuote’: hanno saputo tenere bene il palco suonando un’ottimo punk‘n’roll ‘77 e spaziando prima con diversi pezzi originali fino ad arrivare a covers degli Zeros, GG Allin etc….
Si rimane a Pisticci proseguendo con i Routines, formazione nascente che propone dell’ottimo punk-wave. Facciamo un salto in Puglia: degne di nota sono le Nomuzak che arrivano da Bari ed esordiscono deliziando i nostri timpani con del grezzo garage/punk molto primitivo che mi ha ricordato gruppi come Pandoras, Brood ma anche altri gruppetti minori presenti nella storica serie ‘girls in the garages’.
A concludere la prima serata saranno i Random da Matera col loro punk-rock selvaggio: non mi hanno convinto troppo, in giro comunque ho sentito pareri positivi (degustibus).

La seconda serata si apre con i May I Explode? naturalmente di Pisticci, sempre validi nel proporre il loro indie-rock alternativo con influenze elettroniche; poi da Rionero (Potenza) arrivano i Celestialshock con del rock-indie-pop : bravi ma nulla di speciale.
Si prosegue indisturbati con i Barsexuals da Lucera (foggia), formazione di garage-blues/punk dal sound grezzo (forse troppo) e spudoratamente Gories-style .
Finalmente ecco il mio gruppo pisticcese preferito: gli Shadows Of Reflection che ci hanno deliziato con le loro gemme oscure di garage/folk-rock, esibendosi magistralmente con una sfilza di validi pezzi originali per poi passare a qualche cover ben fatta di bands come Dovers, Love e molti altri.
Il cerchio si chiude con i Peanuts: arrivano da Ferrandina (Matera) e sono una Pink Floyd cover-band, ma attenzione i P.Floyd del primo periodo per cui hanno proposto solo cover Barrett-iane ed anche molto bene .
Non conoscevo questo gruppo e secondo il mio modesto parere sono veramente degni di nota: quindi se vi capita di leggere il loro nome in giro andate a vederli.

Al termine delle due serate Donty, Arthur Green e Caveman 78 ci hanno fatto ballare con del buon garage, beat, soul fino a notte fonda.
Anche quest’anno dopo mille difficoltà siamo riusciti a metter su un’altra edizione del nostro caro festival sperando di aver comunicato ai presenti un po’ di ‘good vibrations’.
Non mi resta che darvi appuntamento al prossimo anno: nell’attesa divulgate sempre e comunque il verbo rock’n’roll. Lunga vita al Teenage Attack.

(nella foto a destra The Shadows Of Reflection)


VINCENZO MARTINO
http://www.myspace.com/teenageattackfestival
http://www.youtube.com/watch?v=XFcBXgcqS9Y

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget