domenica 10 febbraio 2008

CINEMANIA - Il meglio del cinema in DVD, n°.16, a cura di Antonio Petrucci


Titolo: KWAIDAN
Giappone 1964 - Colore, 180 minuti
Regia: Masaki Kobayashi
Genere: ghost story
DVD edizione: Raro Video


Vedendo alcuni film ci si rende conto di come il grande cinema non risente del passare del tempo.
Questo è il caso di KWAIDAN, film del regista giapponese Masaki Kobayashi famoso in occidente anche per un'altra pellicola Seppuku (Harakiri) del 1963.
Il film racconta in quattro distinti episodi storie che hanno come protagonisti i fantasmi, tematica per tradizione culturale e religiosa molto presente in Giappone; la cosa che rende questo film veramente unico é l'atmosfera onirica ma anche carica di tensione che pervade l'intera opera, e in ogni fotogramma si può scorgere un dipinto di rara bellezza.
Questo è il risultato anche di un'imponente scenografia e delle essenziali, ma anche di grande impatto, musiche di Toru Takemitsu.
Certamente si tratta di un film specialmente per noi occidentali non facile, ma se lo si osserva senza sforzarsi di capire si possono cogliere messaggi che hanno le loro radici in archetipi universali (la morte, il senso di colpa, la gelosia, la fede, il rancore).
Voglio sottolineare l'importanza di questo film, ricordando che un altro grande regista Akira Kurosawa ha voluto fare un "omaggio" all'opera di Kobayashi nel suo altrettanto bel film Sogni del 1990 (di cui in Italia manca ancora una edizione in DVD), anche questo diviso per episodi pur affrontando tematiche differenti.
KWAIDAN è sicuramente un film non per tutti, in ogni caso un esempio di grande cinema più vicino all'arte che all'intrattenimento.
(A.P.)

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget