domenica 27 gennaio 2008

2008: speriamo vada meglio! I magnifici ultimi del 2007 ed i primi del 2008... n° 1

E' da quasi un mese che Music Box blogspot tace: dalla immediata vigilia delle feste natalizie e dello spettacolo su Elvis Presley che la mia band, The Flowers, ha tenuto alla Fonte dell Muse su Elvis Presley. Concerto abbastanza riuscito.
Poi mi ha risucchiato il tormentone o vicolo cieco del Natale, del capodanno e della befana e poi una maledetta pigrizia sconfinante in una sottile depressione mi ha bloccato la mano.
Non so se di tutto questo si é accorto qualcuno, qualche lettore di questo magazine, ma é ora che mi dia una mossa!
Lo faccio segnalandovi succintamente (ne parleremo meglio in seguito!) alcune belle uscite discografiche di questo lasso di t
empo, la fine del 2007, e le prime (a mio parere! ) notevoli del 2008.
****************************************************************************************************************

Prima di tutto il rockumentario (così si dice!) RUNNIN DOWN' A DREAM (W.B.) su Tom Petty & The Heartbreakers. Si tratta di tre DVD ed un cd con registrazioni inedite. Il regista é Peter Bogdanovich, che sui cartacei specializzati ha confessato di non essere un fan accanito del rock&roll ma di essere un grande ammiratore da sempre di Petty, di cui ammira la modestia e la mancanza di prosopopea. Come non essere d'accordo con il regista?
Anch'io considero Petty un'icona del rock degli ultimi trent'anni e più.
Si tratta di due dvd che narrano l'epopea e l'iter artistici del nostro con scene e vari inediti, purtroppo senza sottotitoli, e questo rappresenta un grave handicap!
Si perdono così per chi non ha molta dimestichezza con l'inglese, l'americano in tal caso, tantissimi particolari allettanti della vita del nostro, mentre con tanta buona volontà ed attenzione altri si riesce a captarli.
Per fortuna le immagini aiutano a seguire il tutto e a dargli un senso.
Il terzo dvd invece contiene per intero il grandioso concerto per il trentesimo anniversario della nascita degli Hearbreakers nella sua Gainsville e vi assicuro che da solo vale l'acquisto del cofanetto.

Rimaniamo in tema di cofanetti: THE BIG STIFF BOX SET (Salvo).
La Stiff fu una delle più importanti etichette all'epoca delle prime avvisaglie del punk inglese, 76-77. Ma già aveva sotto contratto artisti che più che punk, se proprio dobbiamo etichettarli, erano dei pub-rockers, come Ian Dury, Elvis Costello, Dr.Feelgood, Nick Lowe, Rumour, Count Bishops.
Con Damned, Madness, Prisoners, Yachts, Lene Lovich e c. nel corso degli anni ampliò a dismisura il suo raggio d'azione diventando cartina al tornasole di tutti i fermenti musicali che in quella fine anni '70 ineguagliata risvegliarono e fecero fremere la sonnecchiante e conservatrice Inghilterra.
4 cd utilissimi soprattutto ai i più giovani per capire quanto in 30 anni la Stiff abbia contributo alla causa del punk, del pub-rock, del pop inglesi facendo da ponte tra un genere e l'altro......
continua !

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget