lunedì 9 luglio 2007

Let's talk about...jazz! I migliori dischi del 2006, by Enzo Frappampina

Non si vive solo di rock e dintorni! Questa semplice e ricorrente constatazione mentale ci ha incoraggiato ad inaugurare una rubrica sul jazz, di cui si occuperà sin da questo primo intervento l'amico bassista Enzo Frappampina e chiunque fosse interessato.
Il jazz ha avuto da sempre ed ha ancora oggi, per ammissione stessa di tanti artisti tra loro eterogenei, un prezioso ruolo anche nell'evoluzione di altri generi tra cui il rock stesso, dando luogo spesso a commistioni oblique ed ad intriganti svolte estetiche.
Iniziamo con una semplice classifica riguardante il 2006 anche se siamo a 2007 inoltrato. (P.B.)

*********************************************************************************************************

I migliori dischi jazz del 2006 secondo i critici di Jazz Magazine e Musica Jazz.





1. Pat Metheny e Brad Meldhau : “Metheny Meldhau (Nonesuch, WEA);

2. Paul Motian Band : “Garden of Eden” ( ECM/ Ducale);

3. Pharoah Sanders : “Anthology You’ve got to have freedom” (Universal);

4. Keith Jarrett : “The Carnegie Hall Concert “ (ECM/ Ducale);

5. Donald Fagen : “Morph the Cat” ( Reprise Records/WEA);

6. Roy Hargrove : “Nothing Serious” (Verve /Universal);

7. Paolo Fresu / Uri Caine : “Things” (Blue Note/ EMI);





8. Flavio Boltro / Fabrizio Bosso: “Bosso-Boltro Quintet” (Sound Hill/ IRD);

9. Nicola Andrioli : “Alba” (Dodici Lune);

10. Stefano Bollani : “I visionari” (Label Blue /IRD).

11. Ornette Coleman : “Sound Grammar” (Grammar Sound/ IRD).

12. Randy e Michael Brecker: “Some Shunk Funk” (BHM/ Egea)…







Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget