venerdì 14 dicembre 2007

Live-Report/ Esteri/ THE MORLOCKS, 10 Aprile :Byblos, Sassari by Gianni Sanna e Slania De Pau


Questa volta i miei amici sardi Slania e Gianni mi hanno fatto penare molto: ma sono convinto che anche alla bella distanza di otto mesi otto valga decisamente la pena pubblicare il loro live-report di THE MORLOCKS, leggendario combo americano che testardamente si ostina (insieme a Fleshtones, Chesterfield Kings, Fuzztones....) a sciorinare sui palchi di mezzo mondo il 'verbo' garage, quello che noi amiamo in modo sviscerato.
Da cinquantenni a cinquantenni
(Pasquale 'Wally Boffoli)






THE MORLOCKS -THE NIGHT OF THE PHANTOM ( GUITAR) – 10 Aprile -
The night when Sassari became a Big City.


Dopo i Ramones del Tour Acid Eaters , degno seguito sono stati i leggendari The Morlocks! Quanta acqua e’ passata sotto i ponti? Acqua ?!
Il concerto si e’ tenuto al Byblos , una discoteca poco lontana dalla città . I Morlocks con Paolo dei Rippers e Tito & The Brainsuckers viaggiano da Olbia verso Sassari, distanze irrisorie per gli Americani: Lenny Pops da Detroit e Leighton da L.A., gli altri tre, tengono a puntualizzare, sono canadesi.

Iniziano a scaldare il pubblico Tito & The Brainsuckers con il loro Bomping Sound Garage con venature hard.
La dimensione del concerto è molto familiare, riusciamo a parlare con il bassista Nick , mentre fumiamo fuori dal locale. Leighton è nell’ombra e già si sentivano i primi commenti sui suoi lunghi capelli, scarpe di serpente e look da pirata.

The Morlocks iniziano il gig, i presenti annuiscono entusiasti : Leighton si rivela un grande frontman da subito, le tracks del nuovo album Easy listening for the underchiever aprono le danze spietate; intrecci chitarristici , corti e taglienti , riff Kinksiani si amalgamano con i pezzi conosciuti, My friend the bird…quasi una little piece teatrale… molto commovente, I Need you, Body not soul , Get out of my life, woman da Submerged Alive presenti anche nell’ultimo album concepito in realta’ come un live-act .

Leaving here, dall’album con Tito & The Brainsuckers ha un intro quasi AC\DC- style diversa dalla versione di Submerged . E’ un orgia sonora che ripercorre le tappe di un gruppo dagli ottanta ad oggi. Ma un tuffo nel cuore la produce Hate dei mitici Gravedigger V, che canto parola per parola con Leighton che si abbassa all’improvviso e salta con uno scatto felino lungo l’asta del microfono, ora e’ a petto nudo e dice I’m FiFty.
Un fisico da ventisettenne… non riesco piu’ a capire se sono le birre o é Leighton con il suo muoversi sciamanico a minarmi il cervello in senso buono.

Le prime persone che mi balzano in mente sono Iggy, Rudi, Peter Zaremba e mi fermo qui, mitici...eterni animali da palcoscenico…i Morlocks suonano una pastosa miscela di Amboy Dukes e Kinks con aromi di Fun house degli Stooges passando per le jams di MC5.
Non a caso il chitarrista Lenny Pops viene da Detroit; Leighton é un po’ di tutto ciò ma con la sua voce piena di rabbia controllata selvaggia e calda .
Ma ecco che scende dal palco e canta assieme ai fans una versione alternativa di No friend of mine capace di far vibrare le nostre onde celebrali … mai ci saremmo aspettati di vedere in azione un gruppo di tale spessore a 2 km da casa, dopo venticinque anni piu’ in forma che mai.. Leighton la leggenda di fronte ai nostri increduli occhi … per sempre, come un sogno divenuto realta’.

GIANNI SANNA & SLANIA DE PAU
Foto di SLANIA DE PAU

8 commenti:

Sixties Garage Girl!!! ha detto...

Io e Gianni ti ringraziamo pere aver pubblicato il Live Report e le Foto.. ancora mille grazie
In The Fuzz We Trust!
;)
Slania e Gianni

Vale71 ha detto...

quel fatidico giorno c'ero anch'io mi sono innamorata di Tito! Sla' mi hai promesso la t-shirt quando andrai la prossimo Festival Beat...

Anonimo ha detto...

avrei voluto vedere i Gravedigger V
giovani acerbi e drogati piu' che mai, bravo Gianni, anche se, conoscendoti, non leggerai mai questo commento

Ric67

the Dream of Leighton ha detto...

Leighton e' quello che sarei diventato io se fossi nato in America

Anonimo ha detto...

Sono di Alghero e quel giorno ero li'...grazie per avermi ricordato il piu' bel concerto mai visto in Sardegna

Anonimo ha detto...

grazie a te per avere letto ed apprezzato l'articolo di Slania e Gianni....
Wally

Antonio69 ha detto...

e ritornano a Giugno in Italia per stordirci ancora, grande rece

Anonimo ha detto...

Anch'io sono di parte ma il giudizio su tutti e due gli album, come quello sulla storia dei Morlocks, mi sembra leggermente superficiale.. e poi i Morlocks non fanno solo cover e poi bisognerebbe vederli dal vivo, ecc...

Si è verificato un errore nel gadget