martedì 26 dicembre 2006

DEATHS ... / JAMES BROWN (May 3, 1933 --- Dec. 25, 2006)


' ...IT'S A MAN'S MAN'S MAN'S WORLD !'

Ero ancora con la mente al natale di quattro anni fa funestato dalla morte di Joe Strummer quando ieri, 25 Dicembre, mentre ero a tavola.. my brother Ciro mi telefona, ' ...non voglio rovinarti il pranzo ed il Natale..ma oggi é morto JAMES BROWN !'.
Semplici coincidenze queste feste quasi puntualmente segnate dalla perdita di GRANDI che abbiamo tanto amato ?
SEMPLICI COINCIDENZE !
Ma il sentimento che provo a queste notizie ormai é intriso di rassegnazione quanto di dolore !
Questo 2006 é stato poi particolarmente crudele : prima Syd Barrett, poi Arthur Lee, quindi Nikky Sudden per finire con il grandissimo JAMES ...
Non é importante quando tutti questi artisti hanno dato il meglio di sé, non é importante (mi si perdoni il paradosso!) quanto i loro dischi siano stati più o meno significativi per la musica del XX secolo; e non é neanche importante che non seguissi da tempo le sue vicende artistiche : se li ami, ogni volta uno di loro vola via porterà con sé un pezzettino del tuo cuore e della tua storia personale !
Ecco perché quando ho appreso la notizia le prime immagini affacciatesi alla mia memoria sono state le copertine di due 45 giri di James Brown, due piccoli 'cari' pezzi di vinile che tra il 1966 ed il 1967 il mio mai dimenticato mangiadischi color celeste (il primo supporto in assoluto grazie al quale ascoltar musica) ingoiava molto, molto spesso, insieme a quelli dei Troggs, Los Bravos, Spencer Davis Group, Stones, Beatles, Sandie Shaw, Lovin' Spoonful : IT'S MAN'S MAN'S MAN'S WORLD e COLD SWEAT.
Arduo quantificare le vibrazioni possenti penetrate nel mio dna, emanate da quella voce sensuale e tragica che urlava : '...nothing...without a woman to care ', ' ...he's lost in the wilderness..'.
Certo é, col senno di poi, che James in quel brano straordinario e dal feeling debordante, che a mio parere rimane uno dei più grandi della sua discografia e della storia del soul e del rock di tutti i tempi, disegnava tragicamente la vacuità dell'esistenza umana quando é priva di amore, di uno scoglio sicuro cui aggrapparsi.
Forse é per questo che di sbagli nella sua vita di artista ed uomo di colore ne ha fatti tanti ?
Se fosse qualcuno a farmi questa domanda risponderei : e chi é non commette sbagli nella sua vita, pagandone poi le conseguenze a livelli diversi ?
E poi la calda, vibrante COLD SWEAT, attorcigliata a strettissimi riffs fiatistici, colma di selvaggia, virile energia sessuale...urla minimali ed isteriche, il corpo che trionfa enfatizzando ed estremizzando quel concetto di fisicità che la cultura 'nera' ha sempre portato in seno.
Certo per molti, moltissimi, James Brown, o 'Mr. Dynamite', o 'the Godfather of soul' rimarrà sempre e solo quello di SEX MACHINE, PAPA'S GOT A BRAND NEW BAG e soprattutto quello di I GOT YOU ( I Feel Good), brano mortificato ed imbastardito da un milione di cover-versions di un milione di bands e vocalists scellerati disseminati sul pianeta terra .
Unico e solo brano '...I Feel Good ' con cui ormai l'ignaro ascoltatore e fruitore medio (per colpa di pubblicità, shows televisivi etc...e cioé a causa dei mass-media del cazzo ed inetti che ci opprimono quotidianamente) identificava l'artista.
Forse come al solito, solo con il suo trapasso a miglior vita é giunta l'ora di rendere giustizia alla vera arte del grande James ( ...un altro James, Chance/White ne sa qualcosa!)?
Ed allora signori, vogliamo iniziare proprio da quel brano che riusciva a galvanizzare soul e coglioni del sottoscritto... ed anche a farmi piangere, alla tenera età di 14 anni ?


This is a man's world /
This is a man's world /
But it would be nothing... Nothing without a woman to care /

You see man made the cars to take us over the world /
Man made the train to carry the heavy load /
Man made the electro lights to take us out of the dark /
Man made the bullet for the war like Noah made the ark /
Man thinks of our little baby girls and the baby boys /
Man make them happy 'cause man makes them toys /
And her man make everything, everything he can / You know that man makes money to buy from other man /

This is a man's world ...but it would be nothing.. nothing not one little thing...
Without a woman to care /
He's lost in the wilderness... He's lost in the bitterness He's lost, lost and ...

http://www.funky-stuff.com/jamesbrown/

PASQUALE BOFFOLI p.boffoli@tiscalinet.it

Nessun commento:

Si è verificato un errore nel gadget